Primitivo Puglia IGP 2020 - Cantine Losito
Primitivo Puglia IGP 2020 - Cantine Losito

Primitivo Puglia IGP 2020 - Cantine Losito

Revisione(0)
10,14 €
IVA compresa
Disponibile
Quantità:
In catalogo 35 Disponibili.

INFO TECNICHE

Denominazione: IGP Puglia Produttore: Cantine Losito Nome vino: Primitivo

Certificati: Vino biologico

Premi: 89 James Suckling, 88 Veronelli, 3 grappoli Bibenda, 16.5/20 Jancis Robinson

Tipo di uve: Primitivo

Durata di fermentazione: 15 giorni in legno americano

Affinamento: Acciaio per un anno, bottiglia

Alcool 13,5 % vol

Territorio: Terre del Gargano

Agricoltura: biologica

Concimazione: vinacce e favino

Allevamento: controspalliera

Potatura: cordone speronato

Densità di impianto: 4000 piante per Ha

Produzione/ettaro: 80 q

Terreno: argilloso

Epoca di vendemmia: metà settembre

PRIMITIVO BIOLOGICO PUGLIA CANTINE LOSITO GARGANO 

Primitivo Biologico dal carattere alcolico, caldo, di struttura e ricco di sostanze fenoliche. I suoi aromi di frutta rossa matura e la sua morbidezza lo hanno reso il vitigno pugliese più famoso al mondo. E’ ottenuto da uva Primitivo, coltivata in ambiente caldo-arido e con una bassa carica di gemme per ettaro: ciò dà origine ad uve ricche di sostanze estrattive ed aromatiche le quali conferiscono al vino struttura. La conduzione biologica dei vigneti contribuisce a preservare il vero corredo aromatico di questo vitigno. Nella  cantina la sua vinificazione avviene portando a completa fermentazione tutti gli zuccheri naturali dell’uva, ottenendo un vino senza residuo zuccherino e quindi più secco, austero, adatto per essere accompagnato con i pasti.

Note sensoriali

Colore rosso rubino tendente al granato, con sentori di frutti rossi maturi, ciliegie sotto spirito, spezie e cioccolato.

In bocca è armonico, strutturato ed elegante.

Non presenta residuo zuccherino.

Abbinamenti gastronomici

Carni di manzo, piatti finemente elaborati da bravi chef, particolari esperimenti casalinghi, nel quale si devono preservare note delicate e decise nel piatto.

CANTINE LOSITO SI RACCONTA

La nostra storia comincia a cavallo tra gli anni 1950 e 1960 grazie all’intuizione del viticoltore Giovanni Losito. Durante una visita nelle Terre del Gargano, nel nord Puglia, egli notò la compresenza di mari, monti, grandi estensioni di terreni fertili e di ottimo clima per la viticoltura di qualità, così decise di piantare lì nuovi vigneti, trasferendosi con tutta la famiglia da Rutigliano (provincia di Bari) a Foggia.

Qualche anno più tardi Giovanni beneficia anche dell’aiuto di suo figlio Leonardo che condivide la passione del padre per la viticoltura tanto da perseguire anche gli studi enologici.

A Leonardo non bastava più produrre solo uva, così decise di fondare la prima cantina di famiglia nel 1994 e quattro anni dopo, nel 1998, fece una coraggiosa scelta di sensibilità: convertire i vigneti all’agricoltura biologica per ottenere uve e vini più salubri, decenni prima che l’opinione pubblica fosse sensibilizzata su questo argomento.

Nel 2012 anche i figli di Leonardo, Giovanni e Aurelia, decidono di seguire le orme dei padri, inaugurando tutti insieme una nuova cantina immersa nei propri vigneti. Giovanni, anche lui enologo, segue sia la produzione viticola ed enologica insieme al padre, sia gli aspetti commerciali, mentre Aurelia si dedica soprattutto a portare il frutto del lavoro della famiglia Losito in tutto il mondo. Oggi l’azienda possiede 60 ettari a cavallo tra le Terre del Gargano e il Tavoliere delle Puglie, vinificando integralmente le proprie uve biologiche.

CANTINE LOSITO VINI DEL GARGANO
LOS005

foglio dati

Abbinamento suggerito
Antipasto con salumi
Aperitivo fingerfood (no fritti)
Carne rossa arrosto
Carne rossa cotta alla griglia
Carne rossa in umido
Cereali con salsa ragù rosso di carne
Formaggi giovani a pasta semidura
Pietanze vegetali cotte in forno o padella
Pietanze vegetali in torta rustica
Zuppe vegetali

Referenza specifica

A oggi nessun commento.

Scrivi il tuo commento
Primitivo Puglia IGP 2020 - Cantine Losito